Los Angeles (TMNews) - David Beckham chiude in bellezza. A 37 anni, e dopo sei stagioni americane, lo spice boy dice addio al calcio "made in Usa" vincendo per 3 a 1 l'ultima partita contro gli Houston Dynamo e regalando ai Los Angeles Galaxy il secondo titolo consecutivo della Major league americana, il campionato più importante del calcio a stelle e strisce."Ho vinto il campionato nella mia ultima partita al Manchester United - ha spiegato il campione in conferenza stampa - e ho vinto il campionato nel mio ultimo match con il real Madrid, anche se sono stato in campo solo per 68 minuti. E ora, pensate, anche qui ho vinto il campionato nella mia ultima partita".Secondo indiscrezioni Beckham - forse sostituito nei Galaxy da Kakà - non dirà addio per sempre al mondo del calcio, non ancora almeno. Per lui potrebbe prospettarsi un trasferimento al Paris Saint-Germain di Carlo Ancelotti per l'ultimo capitolo di una carriera costellata da grandi successi."Ho 37 anni e finora sono stato in grado di giocare diverse finali e campionati. Mi piace ancora come quando ho vinto il primo campionato della mia carriera. Avere successo non è facile, devi lavorare sodo ed è quello che dico ogni giorno ai miei figli"A Beckham è mancato solo l'onore di un goal nel suo match d'addio ma resta la soddisfazione di aver contribuito a trasformare il campionato americano, dandogli lustro e fama.