Bari (TMNews) - 14 arresti per associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di droga, detenzione e porto illegale di armi: a finire in manette, in un'operazione della squadra mobile di Bari e del commissariato di Andria, i vertici del clan Pesce Pistillo. Le indagini sono partite dopo il tentato omicidio di Salvatore Alessandro Pesce, rimasto ferito in un agguato organizzato da esponenti del suo stesso clan il 6 agosto scorso. Gli investigatori hanno chiarito la dinamica dell'accaduto, individuando movente e responsabili, e allo stesso tempo hanno individuato i vertici del clan e altri esponenti responsabili dello spaccio di droga a Andria. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati 7 chili di sostanze stupefacenti tra cocaina, eroina, hashish e marijuana, 4 pistole, numerose munizioni e oltre due chilogrammi di esplosivi ad alto potenziale.