Messina, (TMNews) - Un copione che si ripete quotidianamente, l'assenteismo all'Istituto Autonomo Case Popolari di Messina è una abitudine. 81 dipendenti su un totale di 96 erano soliti allontanarsi arbitrariamente dal lavoro. I finanzieri della Compagnia di Messina, hanno accertato responsabilità per truffa ai danni dello Stato nei confronti di buona parte del personale in servizio presso l'IACP.Quattro gli ordini di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessi dal Gip Monica Marino su richiesta della Procura per altrettanti impiegati, mentre per 54 sono stati disposti provvedimenti di obbligo di firma.I dipendenti dell'Iacp, a piccoli gruppi, si mettevano d'accordo tra loro perhè uno timbrasse i badge magnetici di tutti, consentendo agli altri di arrivare in ritardo o andarsene in anticipo, o anche di uscire per dedicarsi afaccende personali. In alcune occasioni la pausa pranzo, fissata in 30 minuti, durava oltre due ore e qualcuno sceglieva di non tornare affatto in ufficio.