Sydney (Australia) - Il tempo e lo spazio sono grandezze incommensurabili che talvolta però, anche sulla scala ridotta del nostro pianeta, riservano delle situazioni curiose. Così accade che nel giorno del lancio del nuovo attesissimo iPad della Apple, i primi a poterlo acquistare, complici il fuso orario e la rotazione terrestre, siano gli australiani, con diverse ore di anticipo rispetto ai connazionali di Steve Jobs. E a Sydney, dove il tablet ha fatto la sua prima apparizione ufficiale in vendita, si sono subito registrate code agli Apple store."Lo schermo e i colori sono perfetti, così brillanti - spiega entusiasta il giovane Leo di Sydney -. E' veramente veloce, veramente fluido". "Non sono un fanatico - racconta Jonathan - sono una persona abbastanza equilibrata. Ma sono anche un fotografo e il display Retina mi ha convinto". "Non vogliamo correre il rischio che finisca - ammettono due amici in coda per ore - E' per questo che siamo venuti qui così presto".E dunque, in attesa che il sole sorga anche sugli altri continenti, in Oceania si godono per primi le nuove funzionalità dell'iPad, sempre più gadget tecnologico globale.