Belfast, (TMNews) - Apre tra le polemiche a Belfast la prima clinica abortista in Irlanda del Nord, unica zona del Regno Unito dove non si applica l'Abortion Act del 1967, a causa dell'opposizione della Chiesa e di quasi tutti i partiti presenti nel Parlamento di Stormont. A promuoverla è l'ong Marie Stopes International, potente società inglese pro-aborto.Davanti alla struttura, che offre anche servizi sulla contraccezione e test dell'hiv, si sono radunati numerosi attivisti pro live per chiederne la chiusura."Il nostro sistema giudiziario sta investigando sulla Marie Stopes International e vogliamo essere sicuri che rispetti le regole. Il messaggio è comunque che qui non sono i benvenuti, l'Irlanda è un paese che è contrario all'aborto" spiega una attivista pro life.In Irlanda del Nord l'aborto è possibile solo entro le prime 9 settimane (in Italia sono 12) ma solo se la vita della madre è in pericolo o in caso di rischio a lungo termine per la sua sanità fisica o mentale.