Napoli (TMNews) -La linea dura del comune di Napoli contro gli ambulanti sta mettendo in ginocchio il settore. L'ordinanza n.110 dell'amministrazione comunale per mettere ordine alle aree mercatali ha 'spazzato' via le bancarelle da piazza Garibaldi, da corso Umberto, da via Toledo e dal Vomero, senza distinzione tra immigrati e italiani, storici o meno storici, i cosiddetti regolari e gli irregolari."Non siamo contrari alle aree mercatali ma devo essere concepite in modo a rappresentare una opportunità di lavoro, devono essere in posti visibili, altrimenti che cosa si fanno a fare".Secondo gli ambulanti nessuno di loro è garantito: dietro la parvenza della lotta per la legalità si stanno nascondendo pratiche di repressione e di attacco alla povera gente, mentre i grandi potenti continuano a lavorare indisturbati."Il nostro commercio è bastato sul mostrare le merce alla gente, se ci nascondono come facciamo a vendere. La licenza costa 25 euro al giorno e se non vendiamo non possiamo pagare".Gli ambulanti in particolare non vogliono dover dividere gli spazi con i venditori di frutta e verdura perchè sostengono che così si toglie spazio a loro e in questo tipo di mercato poi non ci sono abbastanza clienti.