Roma, (TMNews) - Gerard Moss è un pilota e ambientalista. E' la prima persona ad aver compiuto un volo in solitaria su un monoplano in tutto il mondo. Ha trascorso anni e anni a volare sopra l'Amazzonia per misurare il vapore acqueo rilasciato dagli alberi, e compiere uno studio sul loro impatto ambientale.Ora, gira di città in città, di villaggio in villaggio, per sensibilizzare le persone su quanto sia importante la foresta amazzonica nel ciclo dell'acqua, e quali siano i possibili effetti climatici della deforestazione in America Latina."Poche persone sanno veramente che un albero dell'Amazzonia è capace, grazie all'evaporazione, di rilasciare un enorme quantità di acqua nell'atmosfera. Oltre mille litri al giorno - spiega Moss -. Questo fenomeno è unico in Amazzonia. In totale, l'acqua rilasciata nell'atmosfera dalla foresta amazzonica è stimata intorno ai 20 miliardi di tonnellate al giorno".L'acqua evapora formando le nuvole, che vengono poi portate dal vento verso le Ande: sono loro le responsabili delle forti piogge in America Latina."Quando arrivo in una città, dico sempre: vengo dall'Amazzonia, ho viaggiato fino a qua con le nuvole. E le piogge che avete, vengono dalla foresta amazzonica".La deforestazione ha dunque un impatto disastroso. Circa il 20% della foresta è stato già perso. Quella di Moss è davvero una corsa contro il tempo.Immagini: Afp