San Francisco (TMNews) - Da 7 al 21 settembre 2013 la baia di San Francisco, in California, ospita le regate della 34esima Coppa America di Vela. A darsi battaglia il defender americano, Oracle con lo skipper James Spithill detentore della "grande brocca" e lo sfidante, Emirates team New Zealand, guidato da Dean Barker.Una delle maggiori novità delle ultime edizioni dell'America's cup è l'uso di tecnologie all'avanguardia sia per la progettazione dei catamarani sia per le regate stesse, come il Gps e le la Graphic animation che hanno rivoluzionato il modo di vivere le gare.La riproduzione al computer del campo di regata e il posizionamento in tempo reale delle barche attraverso il rilevamento satellitare permette di avere una visione a 360 gradi della gara e capire meglio posizioni e dinamiche di gioco. Un vantaggio per gli spettattori ma anche un aiuto in più per gli arbitri."Senza la tecnologia moderna - spiega il direttore della Coppa America, Ian Murray - non potremmo organizzare le gare né arbitrare in modo efficace. E non potremmo posizionare i marcatori e ritrasmettere quello che accade ai telespettatori"."Il sistema non cambia nulla per i team in gara - aggiunge Stan Honey, direttore della tecnologia - in pratica noi non forniamo loro informazioni a parte il posizionamento dei marker. La vera differenza è per l'arbitro e, ovviamente, per chi guarda da casa".(immagini AFP)