Roma, (TMNews) - Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha rinnovato il sostegno del proprio Paese alla causa dei territori occupati della Palestina, sottolineando come, nella terminologia bellicosa tipica del leader iraniano, il "regime sionista" e i suoi sostenitori "hanno dei punti deboli" e che "la resistenza è l'unico modo per liberare i territori occupati palestinesi e Gerusalemme".Ahmadinejad è tornato sul suo cavallo di battaglia contro Israele durante l'incontro avuto con il primo ministro palestinese Haniyeh. Il presidente iraniano ha dunque definito il regime sionista come "lo strumento dell'arroganza globale che vuole sottomettere i musulmani in tutto il mondo, mentre la resistenza palestinese rappresenta la resistenza di tutti i musulmani contro il regime sionista occupante". Haniyeh, da parte sua, ha sottolineato come l'Iran è sempre stato dalla parte della Nazione palestinese fin dalla vittoria della rivoluzione islamica del 1979. "La resistenza palestinese è forte e ora lo è ancor di più grazie al sostegno dell'Iran".