Afghanistan, (TMNews) - Acqua avvelenata per impedire alle ragazze di studiare. Nella provincia di Takhar, in Afghanistan, 140 studentesse e alcune insegnanti sono state male dopo aver bevuto l'acqua della loro scuola. In molte hanno perso conoscenza, tutte hanno sofferto di mal di testa e nausea. Il direttore sanitario dell'ospedale che le ha prese in cura ha confermato che si è trattato di veleno. La maggior parte delle ragazze è ancora ricoverata ma nessuna rischia la vita. Il sospetto è che sia opera di integralisti contrari in epoca post talebana all'emancipazione e all'educazione delle donne, come già accaduto in passato: più di una volta diverse scuole nel paese sono state attaccate, spesso proprio con l'avvelenamento dell'acqua. Le autorità però sono caute, confermano che non si tratta di un incidente ma per ora fanno sapere che non è possibile risalire agli autori dell'attacco.