Kandahar, (TMNews) - "Ha portato mio figlio di 7 anni qua e l'ha ucciso davanti ai miei occhi". Il grido di questa donna mostra il dolore dei familiari delle 16 vittime uccise a Kandahar, in Afghanistan, da un soldato americano colto da un raptus."Ha puntato il suo Kalashnikov in bocca al mio piccolo - ha aggiunto la donna nel suo racconto straziante - e ha sparato"."Ha ucciso tutti in questo modo brutale", racconta un altro testimone.Il presidente americano Barack Obama ha promesso una rapida inchiesta sulla "scioccante" uccisione dei 16 civili. Da parte sua il presidente afgano Hamid Karzai ha condannato il massacro definendolo "imperdonabile". L'episodio è avvenuto domenica 11 marzo, quando un soldato americano è entrato in alcune abitazioni di civili sparando all'impazzata.Il generale Carsten Jacobson, portavoce di Isaf, esprime rammarico per l'accaduto. "Siamo rattristati dall'accaduto e il generale Allen (a capo dell'Isaf), che attualmente è in viaggio e il comandante aggiunto Bradshaw hanno espresso le loro sincere condoglianze