Napoli (TMNews) - In un'estate tra le più torride degli ultimi 50 anni, con temperature in alcune zone anche superiori a 40 gradi la novità è che a Napoli piove. Il capoluogo partenopeo, il 12 luglio, si è svegliato sotto un forte acquazzone che tuttavia ha solo dato l'illusione di rinfrescare un po' l'aria. Il sollievo è durato poco: passata la tempesta con la quiete è tornata anche l'afa. La metafora con il governo può essere un po' forzata ma l'aria stagnante e il caldo umido sono reali. E così, nonostante la pioggia, in strada ci si imbatte in orde di passanti accaldati in pellegrinaggio alle fontanelle comunali alla ricerca di un po' di refrigerio.