Milano, (TMNews) - Un altro pezzo di Unione sovietica sta per scomparire dalle strade russe. La storica automobile "Lada classic series" non verrà più prodotta. Muore così il fiore all'occhiello dell'industria automobilistica russa, un'icona dell'era sovietica, a cui ora si preferiscono macchine moderne e straniere.Eppure in questo simbolo dell'Urss c'è tanta Italia: nel 1966 la costruzione degli stabilimenti venne affidata alla Fiat da cui vennero comprate anche le licenze della 124, modello a cui la Lada si ispira.Da allora fu un successo: l'automobile del popolo, resistente e a buon mercato, conquistò i russi tanto che moltissime Lada circolano ancora per le strade di Mosca, soprattutto grazie all'amore degli appassionati. Persone come Vasily Babashkin e i suoi amici che si divertono a rimettere in sesto le vecchie Lada, con una certa deriva nostalgica."Questa è dell'era sovietica - dice Vasily - il tempo in cui eravamo sempre primi, il tempo dei nostri nonni, che deve essere ricordato".