Tel Aviv, (TMNews) - A Tel Aviv la vita continua a scorrere normalmente nonostante l'escalation di violenza dopo l'attacco israeliano alla Striscia di Gaza. Alcuni missili hanno anche colpito la città per la prima volta dal 1991. Le autorità hanno riaperto dopo 21 anni i rifugi in cui cittadini cercano protezione appena suonano le sirene d'allarme."I razzi sono serviti a ricordare a un milione di residenti di questo quartiere di Tel Aviv che noi siamo minacciati - dice questo ragazzo - Ma come vedete nelle strade non c'è panico, le persone continuano ad uscire"."Si deve andare fino in fondo questa volta - afferma con durezza questa donna - Altrimenti noi lanciamo un attacco, poi si ristabilisce la calma e fra due mesi si ricomincia, non possiamo continuare così. Dobbiamo colpire forte adesso per mettere fine a tutto questo una volta per tutte".(Immagini Afp)