Roma, (TMNews) - La Basilica di San Bartolomeo, sull'Isola Tiberina a Roma, commemora i martiri moderni, del Novecento, con una collezione originale di reliquie. Si tratta di cristiani provenienti da ogni angolo del mondo uccisi a causa della loro fede, vittime del comunismo, del nazismo e dell'estremismo islamico. La Basilica è diventata così presto meta di pellegrinaggio per fedeli provenienti da tutto il mondo: decine e decine di pellegrini sfilano davanti alle reliquie per venerare i martiri. Padre Angelo Romano, parroco della Basilica di San Bartolomeo:"Il martirio è l'attualità della Chiesa di oggi. Lo vediamo in Kenya, in Nigeria, in molte parti del mondo. Comprendiamo che essere cristiani significa anche tenere in considerazione la possibilità di dare la vita per il Vangelo".Il museo-reliquiario è stato voluto da Giovanni Paolo II nel 1993 e ricorda i martiri non solo cattolici, ma anche anglicani, ortodossi e protestanti.Immagini: Afp