New York, (TMNews) - Alla convention democratica di Charlotte le avevano ammirato tutti quell'abito in shantung in seta rosa aragosta: scollatura e giromanica le valorizzavano il suo punto forte, le spalle, l'ampiezza della gonna mascherava i fianchi importanti. Dietro quella mise di Michelle Obama c'è una stilista afro-americana 48enne, Tracy Reese, che ora grazie alla First Lady si gode una inaspettata fama alle sfilate newyorkesi.E' un grande onore per me - dice - Siamo sempre onorati di verstirla, lei sembra impazzire per le nostre cose. E' stata come una benedizione per noi quando ha scelto un nostro vestito per il suo discorso alla convention, è stato un intervento pazzesco che ci ha toccato veramente tutti, è stata una delle più belle esperienze della mia vita".Sulle passerelle di New York Tracy Reese per la primavera estate 2013 ha portato una donna colorata, con abiti fluidi e grandi occhiali. Dimenticate dunque pizzi e merletti, i tessuti sono essenziali, i fronzoli ridotti al minimo. Il tutto all'insegna della comodità. Chissà se la nuova collezione riuscirà a far breccia ancora una volta nel cuore della signora Obama. O se questa volta a restare stregata non sarà la figlia più grande, Malia, ormai adolescente.(Immagini Afp)