Napoli (TMNews) - Esordio movimentato a Napoli per l'America's cup World Series, le regate preliminari della Coppa America di vela. Mare mosso e vento teso con raffiche fino a 12-15 nodi hanno messo a dura prova gli equipaggi dei catamarani impegnati a gareggiare all'ombra del Vesuvio; uno scenario che, nonostante il maltempo, non ha perso il suo fascino: le colorate vele, tese nel vento, si stagliavano in un panorama mozzafiato, che regala alle regate napoletane un "valore aggiunto".Incuranti del maltempo in migliaia tra cittadini, appassionati e turisti hanno affollato il lungomare di Via Caracciolo per vedere da vicino James Spithill e compagni darsi battaglia tra le onde.Per la cronaca la prima regata è stata vinta dagli americani di Oracle Racing Spithill mentre la seconda è andata ad Emirates Team New Zealand, già dominatori dei primi 3 eventi delle World Series. Male le due barche italiane del team Luna Rossa che hanno chiuso in quinta e sesta posizione anche se i due catamarani di Bertelli, "Swordfish" e "Piranha", hanno l'attenuante di essere alla prima esperienza in questa edizione della regata. Soddisfatto comunque lo skipper Max Sirena: "Non abbiamo spinto al massimo per non rischiare - ha detto a fine gara - onde del genere sono davvero difficili da gestire".