Genova (TMNews) - Intensificare la lotta alla corruzione, alla criminalità organizzata, e alle infiltrazioni della 'ndrangheta, che a Genova come in altre grandi città del Nord è sempre più radicata. Sono le priorità indicate dal nuovo prefetto del capoluogo ligure, Giovanni Balsamo che ha incontrato la stampa dopo l'insediamente ufficiale."Ci sono dei terreni da sviluppare molto interessanti - ha dichiarato - mi riferisco ai protocolli per la legalità, alla stazione unica appaltante, ad un sistema di monitoraggio delle anomalie nascenti dagli appalti che è stato immaginato".Balsamo, inoltre, ha commentato anche la nuova legge anticorruzione, appena approvata dal parlamento, definendola utile a contrastare le infiltrazioni della mafia nella pubbliche amministrazione."La criminalità organizzata - ha spiegato - si avvale spesso delle zone grigie della pubblica amministrazione, quindi avere uno strumento aggiuntivo come quello che è stato realizzato con la nuova legge consente di operare al meglio e di moltiplicare gli effetti".Il prefetto, arrivato da Cagliari per sostituire Francesco Antonio Musolino, trasferito a Napoli, ha concluso l'incontro sottolineando l'importanza di non abbassare la guardia davanti al rischio di nuovi attentati di stampo eversivo, dopo l'agguato del maggio scorso contro l'amministratore delegato di Ansaldo Nucleare, Roberto Adinolfi.