Milano, (TMNews) - Genova scende in piazza contro il terrorismo e si stringe in un ideale abbraccio a Roberto Adinolfi, l'amministratore delegato di Ansaldo energia vittima di un tentato omicidio della Fai. Per le strade del capoluogo ligure a manifestare il proprio no al ritorno degli anni di piombo circa tremila persone, molti protagonisti di quegli anni che insanguinarono il nostro Paese. Lo ricorda il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, che insieme alle altre istituzioni locali e ai sindacati ha voluto questa manifestazione."Era attesa con molta ansia questa iniziativa perchè sono tanti anni che non si facevano manifestazioni così. E invece abbiamo visto tanti protagonisti di allora, della mia generazione che divenne grande manifestando contro quei fatti tragici e poi tante persone giovani"A guidare il corteo, dove si scorgono per lo più teste bianche o brizzolate che gli anni di Piombo li hanno vissuti personalmente, lo striscione "no al terrorismo". Lo stesso no che dal palco arriva dal presidente del Pd Rosi Bindi, dal sindaco uscente di Genova Marta Vincenzi, e da Sabina Rossa, figlia di Guido che in quella stessa Genova morì nel 1979 ucciso dalle Br."E' una piazza importante che ha visto la partecipazione negli anni, dai tempi delle lotte antifasciste fino ai funerali di mio padre, una risposta coesa di tutte le forze politiche e dei cittadini tutti".