Milano, 8 mar. (TMNews) - "Niente più calze perchè da un territorio come il nostro, dove il lavoro non c'è e c'è tanta precarietà noi crediamo nella solidarietà". Senza calze per manifestare il sostegno alle lavoratrici della Omsa, senza lavoro per la chiusura dello stabilimento: Napoli, nel giorno della Festa della donna, attua una protesta simbolica, promossa da Teresa Potenza e Rosalba Cenerelli, segretarie della Camera del Lavoro. L'occasione è un incontro dal titolo è "Donne e Lavoro, prospettive in tempo di crisi". "Noi chiediamo un gesto di responsabilità agli imprenditori italiani, un gesto forte in un momento di crisi, imprenditori che devono in tutti i modi rimanere in Italia per dare lavoro, a Faenza come a Napoli".Molti gli argomenti oggetto di discussione l'8 marzo: il mercato del lavoro, le prospettive occupazionali per il territorio napoletano, fino alla solidarietà alle lavoratrici della Omsa."La donna non si celebra in una sola giornata, oggi diciamo che ci sono delle iniziative, ma la donna va festeggiata o meglio ricordata tutto l'anno: oggi non è una festa, è una giornata internazionale delle donne". Una giornata particolare, soprattutto di solidarietà, in un momento di crisi economica che colpisce soprattutto le donne.