L'hanno chiamata in ogni modo: salva-debiti, salva-famiglie, la legge sulla bancarotta personale. Sta entrando nella piena operatività la legge 3 del 2012, norma che contempla l'istituto della Esdebitazione, cioè la possibilità di "liberarsi" dai propri debiti. La possibilità si applica sia ai piccoli imprenditori che non rientrano nelle regole previste per il fallimento, sia ai consumatori individuali. Persino ai condomini, dentisti, commercialisti e diverse altre categorie professionali. Debora Rosciani spiega in quali casi si applica, quali sono le figure chiave del procedimento. La norma offre infatti la possibilità di una liquidazione ordinata del patrimonio, la soddisfazione parziale dei creditori, ma con la possibilità della cancellazione complessiva dei debiti. Inoltre, per i consumatori è possibile anche la presentazione di un piano di rientro, sul quale non è necessario raccogliere il consenso dei creditori (come invece è richiesto in parte per le altre modalità di risanamento)