Una delegazione di CGIL Lombardia si è recata in Giappone e Corea del Sud per una "missione conoscitiva" alla quale ha partecipato in parte anche la numero uno nazionale del sindacato, Susanna Camusso. Ai contatti con varie organizzazioni sindacali - nazionali e aziendali - dei due Paesi si sono aggiunti incontri istituzionali e visite a fabbriche, aziende e uffici del lavoro. I delegati sottolineano similarità e differenze con il sistema italiano e guardano con simpatia alle politiche espansive promosse dal governo giapponese, oltre a esprimere ampie riserve sull'azione del governo Renzi e preoccupazione per varie situazioni che si profilano al rientro in Italia.