Una "espansione globale senza precedenti": e' quella che riguarda la diffusione nel mondo del droghe sintetiche, come le metanfetamine e le cosiddette "Nuove sostanze psicoattive" (Nps) di cui sono stati identificati circa 350 tipi (contro i 166 individuati nel 2009). L'allarme e' stato lanciato dall'Ufficio per le droghe e il crimine delle Nazioni Unite (UNODC), che ha presentato a Tokyo il suo ultimo rapporto su questo problema. Molte delle Nps sfuggono a una puntuale repressione internazionale (dal 2009 non ci sono state aggiunte ufficiali alla lista della NPS controllate a livello internazionale) e vengono spesso vendute apertamente attraverso Internet. Ma possono comportare effetti pericolosi, sul piano personale e sociale simili a quelle delle droghe convenzionali. E ormai il loro consumo in vari Paesi eccede quello di eroina o cocaina. L'espansione di questo mercato e' guidata dall'Asia orientale e Sudorientale, dove si sta verificando la maggiore crescita della domanda. Il rapporto delle Nazioni Unite ha identificato nuove rotte internazionali per il commercio di queste droghe da parte di gruppi della criminalita' organizzata. L'Europa e' anch'essa un centro di smistamento verso l'Asia: in questo senso l'Italia non viene citata tra i Paesi di provenienza nel parallelo rapporto della Polizia giapponese, ma c'e' il dubbio che l'Italia non compaia perche' i voli diretti sul Giappone sono molto meno numerosi di quelli in partenza da Germania, Inghilterra o Francia. Cosi' la Polizia giapponese invita a non abbassare la guardia e conta su un ulteriore rafforzamento della collaborazione con le autorita' del nostro Paese.