La missione delle Regione Marche in Giappone e Corea del Sud è stata finalizzata soprattutto a promuovere il settore agroalimentare e turistico ed ha avuto come "ambasciatore" di punta lo chef pluristellato Michelin Moreno Cedroni (ristorante creativo "La Madonnina del Pescatore" di Senigallia; "Susci bar Clandestino" di Portonovo; salumeria ittica "Anikò"). Una scelta felice, anche perché si tratta dello chef che già più di un decennio fa ha pubblicato il libro "Sushi & Susci", a indicare un connubio dinamico tra la tradizione giapponese del pesce crudo e quella italiana interpretata in modi originali. Cedroni ha illustrato la sua "filosofia" culinaria e preparato una serie di piatti con varie connotazioni, da quelli di impostazione semplice della tradizione regionale a quelli più creativi di sua elaborazione. E si dice aperto alla possibilità di aprire un ristorante a Tokyo. La missione è stata guidata dal presidente della regione Gian Mario Spacca. In primo piano l'articolata offerta turistica delle Marche: musica (in particolare i festival della lirica), Made in Italy e outlet, cluster turistici (mare, religione e meditazione, arte e cultura, paesaggio e natura, borghi ed arte), e soprattutto agricoltura e enogastronomia. Dagli incontri con gli operatori economici sono emerse varie opportunità di valorizzazione di una regione ancora poco conosciuta nel Far East.