Gli esperti di JPMorgan sono relativamente più prudenti di altri sulle prospettive dell'economia giapponese e mondiale nel 2014. La crescita globale dovrebbe attestarsi intorno al 3%, mentre il Pil giapponese nell'anno fiscale che inizia il primo aprile salirà solo dello 0,6% in quanto frenato dall'introduzione del rialzo dell'imposta sui consumi dal 5 all'8 per cento. L'atteso calo nel secondo trimestre spingerà la Banca del Giappone a ulteriori misure di allentamento monetario in aprile. Il senior economist Masamichi Adachi non teme una crisi fiscale giapponese nei prossimi anni, ma la paventa dopo le Olimpiadi del 2020.