Per sei mesi è rimasta attiva ininterrottamente, 24 ore su 24, sette giorni su sette. La sala di comando e controllo di Expo, dove hanno lavorato 150 persone, è stata il punto nevralgico di convergenza di tutte le informazioni legate al sito dell'Esposizione Universale: reti elettriche e telecomunicazioni. Ma anche interventi di manutenzione e assistenza sanitaria. E poi, naturalmente, le verifiche di sicurezza, con il monitoraggio continuo di 1800 telecamere. Qui non si realizzano manufatti ma i problemi sono del tutto analoghi a quelli di un processo produttivo complesso. Benvenuti In Fabbrica.