L'annuncio da parte della Bce del piano di Quantitative easing punta ad abbassare ulteriormente il costo della liquidità per gli investimenti ma un beneficio ne può trarre anche il mercato dei mutui prima casa, dopo anni di grandi difficoltà. Il costo dell'indebitamento è sceso molto e per molti si apre l'opzione di tornare a prendere posizione, dopo anni di calo delle contrattazioni. Marco lo Conte analizza i pro e i contro delle scelte a disposizione dei risparmiatori tra tasso fisso e variabile, sottolineando i fattori di mercato e personali che determinano le scelte.