Rendimenti superiori al 7% per gli strumenti di previdenza complementare: il 2014 conferma la capacità dei fondi pensione di cavalcare l'andamento dei mercati finanziari. Con sfumature da non sottovalutare, tra forme negoziali e forme individuali, e che possono ingigantirsi in base alla trasformazione in legge del ddl concorrenza. Marco lo Conte ne parla con Michele Tronconi, presidente di Assofondipensione.