Come preannunciato al momento del suo insediamento, il premier Renzi ha dato inizio all'iter per la riforma della Giustizia. L'ultimo Consiglio dei ministri ha infatti approvato un documento con 12 sintetiche linee guida sugli obiettivi - dal taglio dei tempi processuali e dell'arretrato all'introduzione di corsie preferenziali per imprese e famiglie, dal riassetto del Csm a nuove norme contro la criminalità economica - sulle quali è aperta fino al 31 agosto una consultazione pubblica on line per raccogliere proposte e suggerimenti dei cittadini. A fare il punto sulle proposte di massima messe in campo dal premier e dal Guardasigilli Orlando sono il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, il presidente del Cnf, Guido Alpa, la presidente della commissione Giustizia della Camera, Donatella Ferranti (Pd), e la deputata Maria Elisabella Albert Casellati (FI), oltre al leader dell'Associazione magistrati, Rodolfo Sabelli