Il primo mercato estero per il vino italiano, si sa, è l'America. Ma gli occhi di tutti, da qualche anno a questa parte sono puntati sulla Cina. Con grandi aspettative per i risultati. Accompagnate da un altrettanto grande consapevolezza delle difficoltà a inserirsi stabilmente sull'immenso mercato asiatico, dove i francesi hanno tuttora il predominio. A sorpresa, però, emergono altre aree di destinazione. Mercati piccoli, esotici, ma molto molto interessanti.