Dal 1° luglio scatta l'aumento della soglia di deducibilità da 5,90 a 7 euro per i buoni pasto, prevista dalla legge di stabilità 2015. Ma lo sconto vale soltanto per quelli elettronici. Le società emettitrici aderenti a Cobes Confindustria, tramite il presidente Giovanni Arrigoni, plaudono alla novità. Supermercati, bar e ristoranti invocano invece correttivi per un mercato che ritengono distorto, come fa notare Lino Stoppani, presidente Fipe Confcommercio. Dal canto loro i cittadini – segnala il segretario Adoc, Roberto Tascini – lamentano che sempre meno gestori accettano le card, anche per la mancanza di un pos unico. Ottimista sulla possibilità di trovare soluzioni Marco Causi (Pd), firmatario dell'emendamento che ha sancito la defiscalizzazione dei buoni elettronici.